08/01/16

Scommesse: errore da evitare

Chiunque ami le scommesse, ama quel sensore di stupore ma anche di potenza che si scatena ogni qualvolta si indovinano dei risultati e si vincono dei soldi.

Spesso, però, questa vittoria è arrivata più per caso che per propria bravura, infatti una persona normale va più sull'intuito che sull'analisi dei tanti dati da ricercare e, appunto, analizzare.

Ciò cosa comporta? Comporta che purtroppo, dopo una vittoria o una breve serie di vittorie, ci si reputi bravissimi, espertissimi ed infallibili.
E allora ecco che, se son stati azzeccati dei risultati fissi tipo 1 o 2, la volta successiva si proseguirà su questa strada con una confidenza inusitata. Ho appena letto un pronostico che andava sul sicuro: "Dopo aver vinto una multipla di 5 partite nella scorsa giornata... ecc., ecc... vi consigliamo il segno 1 quotato a 6.00 grazie alla promozione di xxx". Inutile dire che tutta questa loro convinzione e sicurezza serva semplicemente per farvi registrare presso quel dato bookmaker, così come spero sia inutile dire che indovinare una volta tutte le partite pronosticate, non vuol dire riuscire a farlo anche la volta successiva.

Fare i pronostici e scommettere è un vero e proprio lavoro e purtroppo nel lavoro non c'è mai alcuna sicurezza, bisogna sempre studiare, riflettere, appronfodire, ponderare, gestire tante cose (stress, ansietà, soldi, perdite, ecc.). Per cui ogni giorno è sempre una sfida nuova da affrontare e vi consiglio di farlo in maniera calma.

Nessun commento: